La Bella e La Bestia con Giuseppe Spicuglia, Aurora Miriam Scala, Chiara Spicuglia e Costantino Valvo

Stampa
La Bella e La Bestia con Giuseppe Spicuglia, Aurora Miriam Scala, Chiara Spicuglia e Costantino Valvo

10 Marzo 2019 ore 18.30

La Bella e La Bestia, regia di Giuseppe Spicuglia

ll musical è tratto dal romanzo di Jeanne Marie le prince du Beaumont e ispirato all’omonimo film di animazione della Disney e al celebre musical di Broadway del 1994, che è oramai celebre in tutto il mondo.

La storia è ambientata in un paesino della Francia, dove sono destinati ad incontrarsi le vite dei due personaggi: un principe altezzoso che vive in un castello immerso nel bosco ai margini del villaggio, il quale viene trasformato da una fata a causa della sua brutalità e del suo egoismo in un’orribile bestia, destinata a rimanere tale fino a che non avesse dimostrato di essere in grado di amare e farsi amare; e Belle, una ragazza sognatrice e amante della letteratura, che vive con il padre Maurice, un inventore pasticcione.

Belle sogna di cambiare vita per fuggire dalla monotona quotidianità della vita di quel villaggio dove vive pure Gaston, un cacciatore amato e stimato da tutto il resto del villaggio il quale è affascinato dalla straordinaria bellezza di Belle, ma i suoi modi rozzi e il suo fare altezzoso lo rendono insopportabile agli occhi della ragazza, che lo respinge. Belle confessa al pubblico che sogna una vita migliore di quella, senza riuscire ad immaginare che presto sara’ costretta a barattare la sua libertà con quella del padre, imprigionato dalla bestia dopo essersi rifugiato nel suo castello. Dopo un approccio conflittuale dovuto all’animo furioso ed intollerante della bestia, incapace a controllare il suo umore, grazie alla complicità di un’insolita ed esilarante servitù tra i due nasce una tenera amicizia, che risulterà essere la chiave per spezzare l’incantesimo e ricondurre il principe alle sue sembianze umane.

E’ la storia dei sentimenti umani più veri, della bellezza che è un concetto che appartiene all’altrove, che non è legato all’aspetto fisico ma che risiede nelle pieghe e nei moti dell’animo, il vero tempio della beltà. Il musical ci invita a "tornare tutti quanti umani, nel suo senso più alto e completo"